La valutazione della Testimonianza del minore

I maltrattamenti e le violenze all'infanzia sono sempre esistiti nella storia dell'umanità senza però che se ne avesse la consapevolezza che, in tempi recenti, si sta sviluppando. Da alcuni anni, infatti, il tema relativo all'abuso sessuale sui minori è stato oggetto di sempre maggior attenzione nel nostro paese. Il progressivo emergere di reati di tipo sessuale ha posto alle istituzioni, e più in generale alla collettività, nuovi problemi a molteplici livelli - psicologico, sociale, normativo, giuridico e giudiziario - che, a loro volta, hanno generato ulteriori problematiche di tipo organizzativo, formativo e di coordinamento tra operatori di diversa cultura ed etica professionale (dagli operatori del diritto, magistrati ed avvocati, agli psicologi, assistenti sociali ed educatori).

Questo sito fornisce, a chi ha già dimestichezza nell'ambito della psicologia infantile, i punti fondamentali del percorso e delle procedure che coinvolgono lo psicologo nell'accertamento dell'abuso. Dopo una iniziale rassegna dei dati statistici che accompagnano la frequenza di questo fenomeno presenta l'iter da seguire di fronte ad un presunto abuso sessuale a danno di un minore e le problematiche esistenti. Si sofferma, in modo schematico ma al contempo dettagliato, sulle metodologie di raccolta e valutazione della testimonianza, sia considerando le caratteristiche del racconto infantile, sia affrontando il problema dei possibili errori diagnostici che possono commettere gli specialisti nel vagliare la credibilità e l'attendibilità del minore.